La notizia da Massimo Lucidi, il patron del riconoscimento italo-statunitense. La cerimonia di premiazione avrà luogo il prossimo autunno a Washington D.C., nella settimana del Columbus Day.

La Tiramisù World Cup, la “sfida più golosa dell’anno” che da quattro stagioni vede gareggiare centinaia di appassionati del popolare dessert è stata candidata al “Premio Eccellenza Italiana” 2020 (www.premioeccellenzaitaliana.it). Il riconoscimento, ideato dal giornalista Massimo Lucidi, da sette anni coinvolge personalità di cittadinanza italo-americana che abbiano cercato nuove opportunità Oltreoceano, nel solco della solida tradizione del Belpaese.

La notizia è arrivata a Francesco Redi di Twissen, direttamente dal patron e segretario generale del premio, Massimo Lucidi, ideatore del P.E.I. che celebra l’eccellenza al di là dell’Atlantico, “con l’obiettivo di premiare l’Italia del Merito: professionisti, aziende, imprenditori e prodotti italiani che meritano di essere conosciuti per la propria storia fatta di Passione, Impegno e ricerca del bello del buono e del giusto”.

“Candidare il Tiramisù a “Eccellenza italiana” è un tributo dovuto non solo alla maestria dei nostri pasticcieri, ma all’orgoglio di poter affermare ancora un’altra parola italiana nel mondo che significa piacere, convivialità, freschezza e qualità del prodotto – racconta Massimo Lucidi -. Premiare la Tiramisù World Cup rappresenta un riconoscimento per la filiera di professionisti e imprese coinvolti ad affermare il primato della tavola italiana nel mondo”.

Il primo “IG Festival del mascarpone” (in corso fino al 29 giugno con notizie, ricette, curiosità, foto e video legati a uno degli ingredienti base del Tiramisù) è quindi sotto una buona stella: “A nome di tutto lo staff di Twissen sono grato per questa candidatura che è già un riconoscimento che imprime ancor più valore a un territorio e ai suoi prodotti tipici – commenta Francesco Redi – . Un attestato che condivido con tutti i nostri partner, le istituzioni che ci hanno creduto e le migliaia di appassionati non-professionisti che in questi anni si sono cimentati nelle gare”.

Un “padrino d’eccezione” poi per l’ “IG Festival del Mascarpone” (in collaborazione con il partner Lattebusche): “Sono contento di supportare questa iniziativa in virtù della collaborazione tra la Tiramisù World Cup e la  Federazione italiana Cuochi (delegazione Belgio) – spiega Pino Nacci, presidente Associazione Cuochi Italiani in Belgio, la prima Associazione estera riconosciuta ufficialmente dalla FIC – . Inoltre, testimoniamo il nostro costante impegno a promuovere all’estero la ristorazione italiana di qualità, che qui in Belgio è rappresentata da professionisti di altissimo livello”.