Dopo quattro punti in due partite conquistati dalla squadra, la dirigenza dell’Udinese ha deciso di puntare su Luca Gotti anche dopo la sosta.

Dopo aver cercato invano profili maturi come Walter Zenga e Ballardini per la panchina, orfana di Igor Tudor, la dirigenza dell’Udinese è convinta che il vice Luca Gotti abbia instaurato con la squadra un rapporto sincero e di fiducia, quindi alla ripresa del campionato il 52enne allenatore di Adria (Rovigo) si ripresenterà con la cravatta friulana al collo. Il d.g. Pierpaolo Marin ha spiegato: “Gotti è una persona seria, saggia e competente che ho avvicinato io all’Udinese e che gode della stima di tutti i nostri calciatori. Siamo curiosi di vedere dove ci porterà questa nuova e vibrante empatia che si è creata tra lui e la squadra”. Al Marassi contro la Sampdoria ci sarà ancora Luca Gotti a guidare l’Udinese…e bisogna capire chi tra le due squadre al 90esimo festeggerà con un bel brindisi sonante di “gotti” (bicchieri in genovese) o si accontenterà del caffè ristoratore.