La filosofa ad Arte Valentina con la sua rubrica “La Piantagione della recensione” sorseggia in tazza i tre momenti trascurabili di Francesco Piccolo.

Nuovo appuntamento con la rubrica “la Piantagione della recensione” della nostra Filosofa ad Arte Valentina che ci racconta dell’ ultima “triangolazione letteraria” di Francesco Piccolo, servendoci sulla sua “tavolozza dei sapori e degli aromi” la differenza non trascurabile tra felicità e infelicità. Un “Piccolo” zibaldone in tazza grande tutto da gustare…

MOMENTI TRASCURABILI di Francesco Piccolo
Uno Zibaldone contemporaneo. Una raccolta di pensieri, e dicendo pensieri, intendo proprio “pensieri”, ciò che in quel momento passa per la testa al nostro scrittore: ecco come descriverei i Momenti Trascurabili.

Sì, la sensazione che restituiscono questi tre libretti è proprio questa: stare nella testa di Francesco Piccolo mentre va in scooter, mentre sta lavorando, mentre parla con la moglie o litiga coi figli, mentre passeggia per strada o sale su un autobus.

I suoi pensieri, così vivi e divertenti, ci riportano alla quotidianità, ce la fanno vedere e sentire, quella quotidianità che in questo difficile momento storico stiamo tutti un po’ perdendo di vista.

“Chiudermi a chiave nei bagni delle case dove non sono mai stato e mettermi a curiosare su tutti i prodotti che usano”.

“Quando apri la scatola delle scarpe nuove, e i lacci sono a parte. Devi metterli tu. È come regalare i giochi ai bambini senza le batterie. Guardi il bambino entusiasta, ti rigiri il gioco tra le mani e dici: poi dobbiamo comprare le batterie”.

“Chi mi darà indietro tutto il tempo perduto a districare i fili degli auricolari?”

Perciò vi dico che non esiste momento migliore per avere sul comodino “Momenti di trascurabile felicità”, “Momenti di trascurabile infelicità” e “Momenti trascurabili VOL.3”: saranno capaci di donarvi leggerezza e sorriso, di farvi annuire pensando – ma ha ragione! Succede anche a me, lo penso anche io quel pensiero, lo penso così, ma non lo sapevo scrivere – di farvi sentire una grande speranza. Davvero. Cosa più di qualche pensiero sincero, raccontato da un nuovo amico, ci fa sperare che tutto andrà per il meglio? Che tutto si sistemerà?

“In generale, tutti quelli che si preoccupano per me o si occupano di me”.

“Momenti di trascurabile felicità”, Francesco Piccolo, 2010, Einaudi

“Momenti di trascurabile infelicità”, Francesco Piccolo, 2015, Einaudi

“Momenti trascurabili VOL.3”, Francesco Piccolo, 2020, Einaudi