Ieri si è giocata la finale di Coppa Italia Napoli-Juventus: a trionfare i partenopei, che si sono aggiudicati la vittoria ai calci di rigore. Un Napoli tutto cuore e grinta come il suo allenatore Gennaro Gattuso.

La Coppa Italia si decide ai rigori a favore del Napoli di Gennaro Gattuso. A condannare la Juventus di Maurizio Sarri sono gli errori di Dybala e Danilo. È stata una partita noiosa e senza emozioni, e i novanta minuti sono scivolati nella pigrizia di uno stadio vuoto, ricco solo di effetti digitali che hanno colorato gli spalti con bandierine capaci solo di ipnotizzare le poche speranze di divertimento della serata.

Il Napoli vince la sesta Coppa Italia e festeggia davanti al suo ex allenatore, criticato a causa del gioco decaffeinato bianconero. Lo spogliatoio della Juventus sembra, però, molto agitato e nervoso: l’unica caffeina assimilata dalla squadra di Sarri è, forse, quella della celebre bevanda che ha sponsorizzato l’evento e l’inaspettato sbandieramento artificiale.

L’ultimo sorso del caffè, preparato per degustare la lotteria dei rigori, è coinciso con il rigore decisivo, segnato dal polacco Milik.

Sarà un caso che la fumante tazzina della finale fosse azzurro Napoli?