Diamo il benvenuto nella nostra redazione alla “Filosofa ad Arte” Valentina Maddalo, che avrà il compito di approfondire e condividere la sua essenza di caffè e di bellezza con tutti gli Inviperiti grazie alla rubrica “La Piantagione della Recensione”.

Da quest’anno con la tostata formula “La Piantagione della Recensione” la “Filosofa ad Arte” Valentina Maddalo entra a far parte della squadra del Caffè del Viperetta.

Con estrema felicità presentiamo agli Inviperiti le tre C di caffè che senza “ombra di piattino” caratterizzano Valentina: cuore, conoscenza e carisma.

Il primo appuntamento con la nostra “Filosofa ad Arte” è macinato sulla presentazione del libro “L’ estate che sciolse ogni cosa” di Tiffany McDaniel edito da Edizioni Atlantide e consigliato dalla libreria indipendente di San Benedetto del Tronto (AP) Nave Cervo.

Questo romanzo, intrigante e inaspettato, ci può far capire come l’incontro con il “Diavolo” sia rappresentato da una tazzina di caffè con dentro il “Sal”?

Ringraziamo anche Maddalena e Diego, i due specialty aiutanti di Valentina che ci hanno accompagnato nella piantagione della recensione.

A seguire “La piantagione della recensione” del libro “L’estate che sciolse ogni cosa” di Tiffany McDaniel, 2016, Edizioni Atlantide

Opera prima della scrittrice statunitense Tiffany McDaniel, nata nel 1985 in Ohio, “L’estate che sciolse ogni cosa” (titolo originale “The Summer That Melted Everything”), romanzo che è stato definito di formazione, sconvolge l’America nel 2016.
Verrà chiamato, come spesso accade in situazioni simili, “caso editoriale”, ed effettivamente lo è; difficilmente si trovano opere prime così forti e particolari, lontane dalla comune letteratura che siamo abituati a vedere sugli scaffali delle librerie (io l’ho acquistato in una libreria indipendente di San Benedetto del Tronto, “NaveCervo”, che esponeva sugli scaffali in ingresso molti titoli della casa editrice Atlantide che ha pubblicato il libro in Italia).
Mi sono quindi chiesta, leggendolo, “che senso ha un romanzo di formazione se ho quasi quarant’anni? I romanzi di formazione si leggono al liceo, poi forse perdono un po’ del loro brivido e dello spirito con cui sono scritti…”
Ma mi sono resa subito conto che no, un romanzo di formazione è sempre, ad ogni età, è senza tempo: quando infatti smettiamo di interrogarci sul Bene e il Male? Mai. 

Quando smettiamo di chiederci se il Male sia davvero nel Diavolo e non nella gente comune mossa da ideologie becere e malvagie? Mai. 

Quando smettiamo di chiederci se  e come le nostre azioni avranno effetto su chi amiamo? Mai. Quando smettiamoci di pentirci delle parole che avremmo voluto dire, ma poi non ci siamo riusciti? Mai. 

Quando smettiamo di temere che la distanza creata dalla vita con quelli che ci stanno accanto sia definitiva? Mai.

Quando smettiamo di sentirci dei codardi? Mai.
Fielding, il ragazzino protagonista della storia, ha tredici anni quando TUTTO SUCCEDE.

È l’estate del 1984, quanto TUTTO SI SCIOLSE.

Nella sua piccola città dell’Ohio, Breathed, arriva il Diavolo, invitato da suo padre dalle pagine di un quotidiano locale. Arriva il Diavolo, ma non è come te lo aspetti, il Male non è mai come te lo aspetti, non è mai solo dove te lo aspetti. Arriva Sal, il Diavolo, e TUTTO HA INIZIO.
Comprate questo libro, lasciatevi travolgere dalle domande, dalle lacrime, dalle emozioni, dagli splendidi personaggi che lo abitano: ogni volto che appare in questa storia, ogni vita, ogni inquietudine avrà qualcosa da dirvi, da farvi ricordare, da farvi amare e temere. 
Chiedetevi ancora del Bene e del Male, chiedetevelo sempre, non smettete mai di farlo, qualunque età abbiate. Guardatevi intorno e scovatelo, il Bene sotto cui è nascosto il Male e abbiate il coraggio di vederlo, di vederlo dove la maggioranza invece sembra vedere altro. 

Citazione preferita: “Cos’è che diceva Sal della speranza? Sperare significa cedere alla seduzione della leggenda che ci viene offerta una seconda possibilità nella vita. Già, una leggenda.”

Valentina Maddalo, Filosofa ad Arte