Rocambolesca e pirotecnica giornata di campionato. L’Atalanta domina e asfalta il Milan 5 a 0, celebrando l’arrivo di Natale con una deliziosa e specialty cinquina. Il Napoli capovolge il risultato al Mapei Stadium contro il Sassuolo imponendosi per 2 a 1, mentre l’Inter tiene ancora viva e incerta l’incoronazione di “Campione d’inverno”: si deciderà tutto all’ultima giornata di andata…chissà, chissà…chissà!

Gasperini e la sua Atalanta intavolano con il Diavolo rossonero incredulo nei confronti del Natale, una sfavillante e sonora tombolata, fortunatamente per lui allo scoccare della cinquina l’arbitro fischia la fine della partita condannandolo a un caffè bollente e acido negli spogliatoi del Gewiss Stadium. Un Napoli timido e sconsolato termina il primo tempo sotto di un goal a Reggio Emilia davanti a un Sassuolo coraggioso ed energico. All’intervallo mister Gattuso suona la carica all’aroma di caffè e gli undici azzurri si presentano in campo convinti e sicuri dei propri mezzi: risultato capovolto e tre punti in tasca, per rigenerarsi con un’insalata di rinforzo e una cuccumella natalizia di sentimento ed emozione. L’Inter saluta i propri tifosi con un quattro a zero al profumo di caffè appena tostato: Lukaku autore di una doppietta si traveste da Babbo Natale e regala un pallone a Esposito, il quale si presenta dal dischetto e insacca Radu, diventando il più giovane giocatore interista a segnare davanti al pubblico di casa nerazzurra, superando anche Beppe Bergomi. Conte può tagliare finalmente il panettone. Intanto nei cieli di Milano sfreccia l’ombra di un nasone familiare…sarà quello della befana oppure è il classico naso “alla svedese”.