Quest’oggi giovedì 14 maggio è andato in onda il terzo appuntamento dei webinar organizzati da b.farm, con un interessante approfondimento sul futuro della torrefazione.

Dopo l’introduzione alla filiera del caffè (con un doppio appuntamento di successo) e i metodi brewing – questo pomeriggio b.farm ha dedicato un webinar sulla tostatura, sui suoi molteplici aspetti tecnici e sulla possibilità di creare la start-up di una micro-roastery.

Più che una lezione “in cattedra” virtuale, questi incontri si stanno trasformando sempre più in una vera e propria community di esperti, baristi, imprenditori del caffè animati dalla voglia di approfondire le proprie conoscenze, ripensare il proprio approccio al lavoro al fine di superare la crisi da Coronavirus con un nuovo modello di torrefazione: piccola, di qualità, concepita come un’autentica “enoteca del caffè”. Come si evince anche dal sondaggio lanciato in diretta, la stragrande maggioranza degli intervistati (ben il 70% sono operatori del settore, baristi e/o torrefattori) prefigura una riapertura dei bar, ma con qualche cambiamento: take-away o delivery di caffè pronto o da preparare a casa, magari acquistato da nuove piccole torrefazioni rionali. Un ritorno alle origini ma 4.0, un’imprenditorialità dal volto umano, ma necessariamente sostenuta dalle migliori tecnologie e conoscenze.


Gli webinar di b.farm sono un’idea semplice e vincente: trainer qualificati (e appassionati) che trattano argomenti specifici e attuali in modo chiaro e semplice e spazio all’interazione con i partecipanti. Un vero think-tank del caffè che sta attuando una piccola rivoluzione nel settore, con umanità, qualità e competenza.

Di seguito i commenti dei relatori che hanno partecipato al webinar di oggi:

Massimo Barnabà: l’appuntamento sulla tostatura è stata una vera sorpresa, dal mio punto di vista di relatore. Non mi aspettavo infatti una partecipazione così attenta e curiosa da parte dei numerosi partecipanti. Più che insegnare, mi rendo conto che questi webinar mi permettono di scambiare idee, informazioni, punti di vista con persone competenti e disposte a mettersi in discussione. Il tema della tostatura è così vasto e complesso che è stato possibile dare solo uno sguardo a quello che accade al chicco nella macchina tostatrice: è stato sufficiente a scatenare moltissime domande e fare emergere spunti di riflessione che spero troveranno sbocco in ulteriori appuntamenti online. 


Sandro Bonacchi: Sono stato molto colpito dalla qualità delle domande dei partecipanti, che avevano il desiderio di comprendere per ripianificare le attività esistenti o costruire da un’idea le imprese future. Nonostante il periodo d’emergenza l’atteggiamento imprenditoriale dei nostri titolari di aziende è proattivo verso un cambiamento. Cambiamenti che non possono non passare dalla formazione, affrontando le scelte su basi scientifiche e supportate da competenze qualificate andando contro il vecchio mantra “abbiam sempre fatto così” che per troppo tempo ha caratterizzato la stagnazione innovativa delle imprese del settore caffeicolo italiano. Il mio intervento è stato proprio legato alla visione di un nuovo modello di impresa di torrefazione e di nuove e crescenti opportunità derivanti dall’approccio consapevole “di fare le cose”, uno su tutti il modello di “micro-roastery ed enoteca del caffè”, intesa come modello dove si riuniscono le competenze dei due chef il torrefattore e il barista.


Andrej Godina: Il webinar sulla tostatura del caffè è stato organizzato allo scopo di coinvolgere baristi e torrefattori che desiderano approcciarsi all’argomento in modo scientifico. Le centinaia di domande ricevute dai relatori durante le due ore e mezza di lezione hanno dimostrato che l’argomento è di forte attualità e tanti operatori del settore necessitano di una formazione specifica. Oggi più che mai il comparto italiano del caffè verrà rivoluzionato da una nuova generazione di micro tostatori che, dalle ceneri del vecchio sistema del caffè espresso italiano, riporterà una ventata di novità e l’offerta al consumatore di caffè tostato fresco al momento.