È finita da pochi minuti l’incontro con protagonisti il ministro Spadafora e i vertici del calcio italiano. La Coppa Italia ricomincia il 13 giugno e la Serie A il 20 con qualche ombra sul tavolino…

Alla tanto criticata ora dell’aperitivo del Coronavirus è andata in scena la riunione che passerà alla storia del calcio italiano: oggetto della discussione la ripartenza della stagione calcistica 2019/2020. Il ministro Spadafora dopo un incontro durato meno di un’ora con Dal Pino e Gravina, rispettivamente i numeri uno della Lega di Serie A e della FIGC, ha dato il via libera alla ripresa del calcio in Italia. Il 13 giugno sarà il turno della Coppa Italia, mentre una settimana dopo scenderanno in campo tutte le squadre di Serie A. Questa riunione è stata importante per stabilire le strategie per portare a termine il campionato, per stemperare la polemica e il malcontento. E se l’emergenza sanitaria dovesse ritornare? Ecco che ritornerebbero le ombre sul calcio italiano, ma la FIGC ha assicurato e rassicurato tutti dell’esistenza di due piani alternativi: i playoff e i playout oppure cristalizzare la classifica.

Questo processo chimico applicato al calcio potrebbe essere svolto anche nei bar d’Italia?

Prossimamente troveremo la risposta, abbiate fiducia!