Il primo weekend da Coronavirus tra la moka e le finestre è stato utile a immaginare dove ci piacerebbe bere il primo caffè finita la quarantena: all’ombra dell’Arco di Trionfo a Parigi.

Caffè e domino, il famoso gioco cinese fatto di tessere con numerate da zero a sei, hanno caratterizzato le prime ore di sabato pomeriggio della nostra redazione. Dopo le prime tre partite intervallate da gustosi e profumati caffè, abbiamo socchiuso per un paio di secondi e la nostra immaginazione è decollata. Una volta aperte le finestre e sorvolate le nuvole di Coronavirus siamo arrivati a Parigi. Una volta atterrata la nostra paladina e impavida immaginazione ha pensato bene di raggiungere subito Place de l’Étoile per sorseggiare tranquillamente un caffè ristoratore. Ispirati da questa pausa caffè romantica e rigeneratrice, siamo stati in grado di affrontare una nuova sfida: la costruzione dell’Arc de Triomphe di Lego. Con bar e stadi chiusi, mattoncino dopo mattoncino, i nostri occhi hanno visto il famoso monumento napoleonico prendere forma e sotto il suo arco nascere, come buon auspicio per le prossime settimane di quarantena, un colorato e avvolgente girotondo fatto di mani felici e speranzose che guardano l’orizzonte delle nostre città in vista del ritorno del Trionfo di caffè!